EMOTIONAL MARKETING:
IL MARKETING HA “SUPERATO” IL PRODOTTO TANGIBILE

 

Con piacere vi segnalo un libro molto interessante, che tratta un argomento molto attuale ovvero:  il Marketing Emozionale.
Questa pubblicazione è stata scritta da una collega di indubbio valore: Patrizia Principi ed è edito da “Area 51 publishing“.

emotional marketingLo consiglio a tutti gli Imprenditori,  che cercano soluzioni originali ed efficaci per distinguersi dalla concorrenza: troveranno infatti,  idee e spunti per comunicare in maniera efficace ed accattivante. Lo raccomando sopratutto alle mie amiche Estetiste e titolari di Centri di Estetica o Benessere, perchè fornisce alcuni spunti che sembrano davvero scritti per loro. Personalmente, io l’ho trovato di supporto e conforto al mio progetto di estetica OLISTICA  “emotional beauty zone”.

Vi riporto alcune righe dell’autrice, tratte dal suo libro, che offrono ottimi spunti di riflessione:

“Oggi, in un mondo sempre più globalizzato e veloce, in cui le leggi del marketing e della comunicazione mutano a ritmi serrati, i consumi sembrano andare verso una dimensione sempre più personale, intima e creativa, un’impresa al passo con i tempi deve sapersi destreggiare anche a livelli più ampi e andare oltre la vendita pura di un prodotto o servizio per costruire valori, esperienze ed emozioni che la caratterizzano.
L’azienda deve fornire un nuovo prodotto: oltre alla merce vera e propria, deve creare emozioni ed esperienze che il cliente possa vivere e ricordare.
Questo tipo di strategia si basa proprio sulle esperienze emozionali del consumatore anziché sul valore d’uso effettivo del prodotto.
Non bisogna dimenticare che il cliente cerca emozioni e sensazioni, oltre che oggetti e materiali. Diversi studi di psicologia, infatti, dimostrano che il cliente non è razionale quando compra, egli è spinto da sensazioni ed emozioni nella scelta di un prodotto o servizio. Il suo comportamento quindi è motivato da molti fattori emotivi e cerca esperienze d’acquisto e di consumo che siano coinvolgenti e piacevoli, che possa ricordare con un sorriso. Il cliente diventa il baricentro di un sistema di strategie, pianificazioni e azioni mirate che servono a renderlo felice e appagato. Perché un cliente soddisfatto (e felice) è la migliore pubblicità che ogni azienda, a qualsiasi livello, possa avere.

Allora la parola chiave è  EMOTIONAL MARKETING !!
A presto, Maurizio Delucchi